giovedì 1 maggio 2014

raccolte...


Si dice che quelli come  me, del segno della Vergine, siano spesso collezionisti o comunque raccoglitori maniacali. In effetti mi piacciono le "cose" ma non in senso venale nè tantomeno nel senso di proprietà che non ho mai sviluppato, bensì per il piacere di valorizzare gli oggetti anche poveri in una loro diversità seppur non immediatamente visibile.
Esempio di tappi di bibite, etichette di vini, sottobicchieri di birra, conchiglie, sassi...
le mie raccolte cominciano lontano nel tempo e poi si disperdono...
Alcune perdute, altre rubate, altre abbandonate per esigenza di spazio o bisogno di... soldi. Però spesso più bisogno di alleggerimento che non soldi, perchè di soldi da queste raccolte, se ne possono ricavare pochi: non sono cose preziose.
Mi è successo per le bottigliette mignon di liquori che raccolte nel tempo, una volta disperse e abbandonate, regalate, distrutte per vari motivi, poi ricostruita la raccolta e poi riabbandonata per motivi oscuri adesso. Idem per gli album di Linus, idem per raccolte di gialli ecc...

In questo momento in cui la priorità è il riciclo creativo e anche un lavoro che non c'è, la lana, i golf da riutilizzare per farne gomitoli, e stoffe per farne strisce da rielaborare stanno invadendo la mia casa.


Ma ci sono anche i tappi di sughero che hanno un suo perchè che spero di riuscire a dimostrare. I sassi da dipingere.


Poi le spillette o pins.

E, ancora, le papere o sculture, statutine/soprammobili od oggetti in genere a forma di gatto.
C'è da impazzire vero?
Bè... casa mia è un laboratorio "work in  progress"...


potete trovarmi anche qui:

https://www.facebook.com/riciclocreativod?ref=hl